NEWS ED EVENTI

IFP: crescita del PIL della Slovacchia al 2,2% nel 2020

17.02.2020 - Secondo l’ultima previsione dell’Istituto di politica finanziaria (IFP), dipartimento analitico del Ministero delle Finanze, l‘economia slovacca rallenta a causa del calo della domanda estera. Il raffreddamento dell’economia è più evidente principalmente nell’industria legata all’esportazione, mentre il mercato del lavoro sta ancora resistendo alle tendenze negative. Con la ripresa economica dovrebbe anche crescere il tasso di risparmio, cosa che influirà positivamente sui consumi privati, in particolare l’edilizia, gli investimenti privati e il mercato del lavoro. Salari più alti guideranno i consumi delle famiglie e l’economia inizierà leggermente a surriscaldarsi.

Grazie a una disoccupazione inferiore al 5%, gli stipendi nel 2019 hanno visto la crescita più rapida dal 2008. Tuttavia, le famiglie sono rimaste un po’ caute nelle spese, quindi il reddito extra è stato tradotto in risparmi da record.

Sul fronte dell’occupazione, nel 2020 si aggiungeranno oltre 5.000 posti di lavoro, principalmente nei servizi. La moderata ripresa economica attesa nel 2021 si rifletterà anche in una maggiore creazione di posti di lavoro. Rimane tuttavia il nodo di una difficoltà di crescita dell’occupazione a causa della scarsa disponibilità di manodopera, con il tasso di disoccupazione che secondo l’IFP nel 2020 si stabilizzerà vicino al minimo storico del 5,8%.

Tags:

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo


Login Form

Registrati per essere sempre informato sulle novità e per iscriverti alla nostra newsletter!

Registrati