CEI Business Forum, Skopje 25-26 Novembre 2015

Stampa

Un’occasione di scambio di idee, best practices e di contatti per l’avvio di nuove collaborazioni economiche e commerciali. Questo in poche parole il cuore del CEI Business Forum che si è tenuto a Skopje, Macedonia, il 25 e 26 novembre 2015 presso l’Hotel Continental. Un lavoro congiunto fra Governo della Repubblica di Macedonia (Ministero degli Esteri e dell’Agricoltura), CEI Central European Initiative, ACCOA e USAID sull’importante tema dell’agroalimentare. Il titolo del forum è stato infatti interamente dedicato alla promozione della competitività nel paesi dell’area CEI per l’incremento dei rapporti nel settore.

I saluti iniziali sono stati da parte di Mihail Cvetkov, Ministro dell’Agricoltura, Foreste e Risorse Idriche della Repubblica di Macedonia. A seguire Mauro Di Veroli, capo sezione dello sviluppo regionale, agricoltura, cooperazione della delegazione UE, Pietro Gasparri del Ministero dell’Agricoltura della Repubblica Italiana, Erik Csernovitz, vice segretario generale della CEI; Gian Carlo Damir Murkovic, presidente ACCOA e membro del cda di FINEST.

Il Ministro dell’Agricoltura Cvetkov ha ricordato l’importanza del Forum come occasione di incremento della cooperazione commerciale in un’area che comprende sia paesi che sono ormai membri dell’’UE, Candidati all’ingresso e Confinanti, rendendo così varie le possibilità di scambio di esperienze e best practices fra istituzioni ed imprese.

Mauro di Veroli della Delegazione UE ha posto invece l’accento sulle opportunità offerte dalla programmazione comunitaria ed in particolare quella legata ai progetti del programma IPARD II nel periodo 2014-2020.

Per conto del Ministro italiano dell’Agricoltura Maurizio Martina, Pietro Gasparri ha portato i suoi saluti ed esposto alla platea dei presenti l’attuale situazione del settore agricolo in Italia con le sue problematiche e potenzialità. 

Il Vice Segretario Generale della CEI, Erik Csernovitz, nel corso del suo intervento ha voluto rimarcare il ruolo della Central European Initiative, esprimendo la soddisfazione del Segretariato per l’anno di presidenza macedone dell’organizzazione che sta avviandosi a conclusione.

Saluti iniziali terminati dal presidente di ACCOA, Gian Carlo Murkovic, il quale ha sottolineato l’importanza che momenti di relazione e confronto fra istituzioni e imprese abbiano per la ripresa economica globale. Nonostante le diverse sfide a livello economico, sociale e geopolitico, le imprese non devono perdere lo stimolo a proseguire verso un cammino di crescita e sviluppo anche a beneficio dell’intera collettività.

Al Forum hanno poi preso la parola diversi soggetti rappresentanti di imprese, istituzioni e associazioni confermando la particolare attenzione della comunità economica verso un settore così strategico come quello dell’agroalimentare. Fondamentali i case history presentati da imprese sia italiane che della Macedonia, della Slovacchia e di altri paesi dell'area. Fra tutti il caso Melinda, presentato dall'export manager Anton Carra, e dell'azienda macedone Mama's. Importante attenzione anche al settore dei vini, in forte espansione in tutta l'area, posta al pubblico da parte di un rappresentante della Balkan Wine Association.

Con oltre 100 partecipanti da più di 10 paesi, l’evento ha infine rappresentato un importante momento di dialogo e di incremento di relazioni che, con l’accordo di tutti i partecipanti, dovrà trovare nuove forme di confronto per far si che il CEI Business Forum 2015 di Skopje non rimanga un momento isolato ma un primo passo verso nuove forme di collaborazione per il rafforzamento di scambi commerciali e istituzionali.