NEWS ED EVENTI

7 giugno 2021 - Secondo i primi dati disponibili dall'Istituto Europe di Statistica, il PIL dell'Eurozona e dell'UE a 27 ha subito nel primo trimestre 2021 una contrazione dello 0,3% rispetto al trimestre precedente. Comparando il dato invece allo stesso trimestre 2020, pre-lockdown generali, il PIL ha subito una sofferenza del 2,1 in area euro e dell'1,8% in UE 27. Su base trimestrale maggior crescita segnano la Romania (2,8%), la Bulgaria (2,5%) mentre l'Italia segna un -0,4% su base trimestrale e un -1,4% su base annua

. 3 giugno 2021 - Il Presidente della Repubblica di Bulgaria Rumen Radev è stato ricevuto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella lo scorso 28 maggio presso il Palazzo del Quirinale. Al centro del colloquio fra i due Capi di Stato, la cooperazione commerciale e l'interscambio. L'Italia è infatti il terzo partner commerciale della Bulgaria e il quarto Paese investitore. La lunga collaborazione fra i due Paesi, da ormai oltre 140 anni, servirà anche per lo scambio di buone pratiche nei settori del turismo e di supporto reciproco nello sviluppo dei piani dei prossimi anni per la ripresa post-pandemia. (immagine quirinale.it)

11 marzo 2020 - COMUNICATO DELL'AUTORITA' PER L'AVIAZIONE CIVILE ALBANESE.

A seguito della precedente comunicazione in merito alla sospensione dei voli da e per l’Aeroporto Internazionale “Madre Teresa” e da e per i 12 aeroporti del Nord d’Italia a causa della situazione di emergenza COVID-19, e delle misure adottate dal governo italiano per l’estensione della quarantena su tutto il territorio, nonché dei provvedimenti di prevenzione alla diffusione del virus adottati in Albania, a partire dalle ore 12:00 della giornata di oggi, 10 marzo 2020, vengono sospesi tutti i voli da e per l’Aeroporto Internazionale “Madre Teresa” verso tutti gli aeroporti italiani, fino ad una successiva comunicazione.

L’Autorità per l’Aviazione Civile rivolge un appello a tutti i passeggeri che sono già in possesso dei titoli di viaggio con partenza dall’Aeroporto Internazionale “Madre Teresa” verso l’Italia e viceversa, di non recarsi in aeroporto e di osservare le disposizioni rilasciate dalle autorità per la sanità pubblica al fine di tutelare la propria salute e quella dei loro congiunti.

Riguardo al trattamento dei passeggeri interessati, viene richiesto alle compagnie aeree che effettuano collegamenti Albania – Italia, locali o straniere esse siano, di far riferimento alle modalità di trattamento per casi simili messe in atto dalla compagnie aeree europee, offrendo ai passeggeri la possibilità di spostamento della data di viaggio senza oneri di spesa. (fonte Amb. Tirana)

Nel corso dell’odierna riunione di coordinamento, il Governo ha adottato la decisione di avviare sulla linea di confine ovvero nei pressi della linea di confine fra la Slovenia e l’Italia, controlli all’ingresso in Slovenia. Con il provvedimento, il Governo riduce i rischi connessi con la diffusione della malattia infettiva SARS-CoV-2 (COVID-19) nell’area della Slovenia e accentua gli sforzi per tutelare la salute della popolazione slovena. I controlli d’ingresso sul confine saranno effettuati sulle persone che non sono cittadini sloveni ovvero non hanno la residenza o il soggiorno provvisorio nella Repubblica di Slovenia. Sarà verificato se le persone siano munite del certificato sul test negativo al SARS-CoV-2 (COVID-19) rilasciato dal competente organo. Il certificato dovrà essere redatto in lingua slovena, inglese o italiana e non dovrà essere rilasciato oltre i tre giorni precedenti. Alla persona non munita di apposito certificato potrà essere vietato di entrare nell’area della Repubblica di Slovenia. I controlli d’ingresso non saranno eseguiti sul traffico delle merci.
Ai fini dell’attuazione più dettagliata di questa decisione il Ministro della Salute rilascerà un decreto in cui sarà definita, fra l’altro, anche l’ora in cui i controlli d’ingresso cominceranno ad essere attivi.

Nell'aprile 2018, la Commissione Europea ha espresso un parere favorevole per quanto riguarda l’apertura dei negoziati di adesione dell’Albania all’UE. Nelle conclusioni di giugno 2018, il Consiglio ha riconosciuto i progressi compiuti e ha indicato la strada verso l'apertura dei negoziati nel giugno 2019. L'Albania ha proseguito la cooperazione in materia di riammissione dei propri cittadini, avviato un’ottima cooperazione con l'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera (EBCGA) sulle operazioni di rimpatrio dagli Stati membri dell'UE in Albania. Per quanto riguarda i diritti di proprietà, l'Albania sta prendendo in considerazione il parere della Commissione di Venezia dell’ottobre 2019 (che ha come scopo quello di fornire ai Paesi membri una consulenza giuridica volta a consentire migliori armonizzazioni nella comune adesione a entità esterne come l'Unione europea, in coerenza con le nuove tendenze internazionali in termini di diritti umani, democrazia e pubblica amministrazione) emesso su richiesta del parlamento albanese e sta rivedendo il progetto di legge sulla finalizzazione dei processi di proprietà transitoria, in consultazione con i partner internazionali. Il nuovo progetto dovrebbe essere completato nel primo trimestre del 2020. L'Albania deve adottare rapidamente la restante legislazione di attuazione relativa alla legge quadro del 2017 sulla protezione delle minoranze nazionali. La Commissione segue attentamente la questione e continuerà a farlo in futuro ed inoltre sta monitorando attentamente gli sviluppi riguardanti la legge sui media, sulla quale la Commissione di Venezia dovrebbe emettere un parere a marzo. In relazione alla politica estera e di sicurezza comune, l'Albania ha sostenuto la sua politica di allineamento totale alle dichiarazioni e decisioni dell’UE. 

Per quanto riguarda la Macedonia del Nord invece, sempre nell’Aprile 2018, la Commissione ha raccomandato di aprire i negoziati di adesione. Nelle conclusioni di giugno 2018, il Consiglio ha riconosciuto i progressi compiuti e ha indicato la strada verso l'apertura dei negoziati di adesione nel giugno 2019. Il Consiglio ha sottolineato inoltre che la valutazione dei progressi dovrebbe far parte della relazione annuale della Commissione che includere ulteriori risultati tangibili in particolare riguardanti le riforme giudiziarie e le indagini, le azioni penali e le condanne definitive in casi di corruzione e criminalità organizzata, anche tramite la riforma dei servizi di intelligence e di sicurezza ad alto livello e  di riforma della pubblica amministrazione. A seguito dell'esito del Consiglio europeo dell'ottobre 2019, i leader politici hanno concordato di organizzare elezioni parlamentari anticipate il 12 aprile 2020. In linea con la legislazione nazionale, un governo tecnico guidato dal Primo Ministro Spasovski e tra cui due Ministri e tre vice ministri provenienti dal principale partito di opposizione, sono stati nominati il ​​3 gennaio 2020. Oltre a organizzare le elezioni parlamentari anticipate, le sue priorità strategiche includono l'apertura di negoziati di adesione all'UE, il completamento dell'adesione alla NATO, la riforma della magistratura, la lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata e l'attuazione dell'accordo quadro di Ohrid.

Pagina 1 di 37

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo


Login Form

Registrati per essere sempre informato sulle novità e per iscriverti alla nostra newsletter!

Registrati