NEWS ED EVENTI

Il Ministero delle proprietà statali, in linea con la decisione del governo croato, ha determinato le condizioni e la pubblicazione del bando pubblico per la presentazione di offerte vincolanti per la realizzazione di un progetto di ospitalità turistica nel Comune di Vis sull'isola di Vis. Si invitano tutti gli investitori croati e non, che posseggono esperienza nel campo della progettazione, costruzione e dell’hospitality a presentare offerte per la realizzazione di un complesso alberghiero a Villa Ceska, nella località di San Giorgio nella città di Vis. Per ulteriori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E' disponibile il programma dell'evento di domani, giovedì 13 luglio 2017:

"Balcani Occidentali, sviluppo e opportunità di business: esperienze e professionisti a confronto"

che si terrà presso la Sala del Consiglio Regionale in piazza Oberdan, 6 a Trieste.

L’obiettivo dell’evento è connettere e sviluppare la consapevolezza delle opportunità di business nell’area dei Balcani Occidentali dopo il Summit di Trieste e le sue relazioni globali. Non si tratterà del consueto convegno con interventi costruiti da parte dei singoli relatori, bensì uno scambio interattivo di idee ed esperienze fra relatori e partecipanti.
Il workshop è aperto a imprenditori, professionisti coinvolti nella progettazione, nella consulenza e al pubblico interessato ad avere un’immagine più dettagliata degli scenari futuri in un’area a noi molto vicina e che mai come nelle ultime settimane è tornata al centro dell’attenzione internazionale.

 

Tra i relatori, oltre al presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop, sono previsti anche il presidente dell’Autorità Portuale di Trieste Zeno D’Agostino, la presidente delle Camere di Commercio della Macedonia Danela Arsovska, l'esperta in progettazione transfrontaliera Paola Lucchesi e il presidente della Camera dell’Economia di Zagabria Zlatan Froelich.
Sarà inoltre presentato un breve video su attività e sviluppi legati alla Nuova Via della Seta che collegherà la Cina a tutta l’area europea – di cui molti parlano, ma pochi colgono le reali ricadute per Trieste e la regione contermine.  

 

Per il download del programma clicca qui.

Si è tenuto il 15 giugno nella Sala Valduga della Camera di Commercio di Udine l’evento “Doing business with the Czech Republic”, con l’obiettivo di promuovere le relazioni commerciali tra l’Italia (in particolare il FVG) e la Repubblica Ceca. All’evento, organizzato dalla Camera di Commercio di Udine, hanno partecipato autorità come il Presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop, l’Ambasciatrice della Repubblica Ceca in Italia Hana Hubáčková, il Console Onorario della Repubblica Ceca Paolo Petiziol e il Consigliere degli Affari Economici e Commerciali dell’Ambasciata a Roma Jiří Jílek. Hanno inoltre partecipato rappresentanti di CzechTrade, CzechInvest e Camera di Commercio e Industria Italo-Ceca.

L’evento si inquadra nella due giorni di visita istituzionale della delegazione Ceca effettuata in Friuli Venezia Giulia dove sono stati organizzati incontri con la amministrazioni locali, Università e Regione.

Si terrà a Trieste giovedì 13 luglio il workshop dedicato al “Processo di Berlino”  e alle implicazioni dei nuovi accordi di sviluppo economico e cooperazione nell' area dei Balcani occidentali, con particolare riferimento ai possibili nuovi scenari ed opportunità che sia aprono alle aziende italiane, in special modo a quelle del Triveneto.  

Il workshop è organizzato da ACCOA, Camere di Commercio per l’Europa Centrale (ex ITAL-JUG) e da FINEST- Società Finanziaria per l’Internazionalizzazione delle Imprese del Nord-Est presieduta da Mauro Del Savio con il patrocinio del Consiglio Regionale del FVG, il cui presidente Franco Iacop è da sempre attivo nei rapporti internazionali nonché attento osservatore dei Balcani.  

L'evento rientra a pieno titolo nel novero delle manifestazioni collaterali del Summit di Trieste, che vedrà nel capoluogo regionale la partecipazione di numerosi leader europei e rappresentanti dei paesi dell’area, e che segue gli incontri promossi dal “Processo di Berlino” iniziato nel 2014 per incentivare e sensibilizzare l’ingresso in Unione Europea di Bosnia Erzegovina, Serbia, Kosovo, Albania, Montenegro e Macedonia.

Il presidente di ACCOA, Gian Carlo Damir Murkovic, ha sottolineato l'importanza di fornire un'occasione di confronto e riflessione a caldo immediatamente a seguito del vertice triestino. Il programma prevede uno scambio interattivo fra relatori e pubblico e la partecipazione di aziende con storie di successo nei Balcani. I settori sui quali si focalizzeranno gli interventi sono infrastrutture, trasporti, energia, turismo, e sulle nuove prospettive future di business e cooperazione possibili nell’area.

Tra i relatori, oltre ai presidenti del Consiglio Regionale Franco Iacop e di FINEST Mauro del Savio, sono previsti anche il presidente dell’Autorità Portuale di Trieste Zeno D’Agostino, la presidente delle Camere di Commercio della Macedonia Danela Arsovska, l'esperta in progettazione transfrontaliera Paola Lucchesi, il presidente della Camera dell’Economia di Zagabria Zlatan Froelich e l’ambasciatore italiano in Macedonia Carlo Romeo.

Sarà inoltre presentato un breve video su attività e sviluppi legati alla Nuova Via della Seta che collegherà la Cina a tutta l’area europea – di cui molti parlano, ma pochi colgono le reali ricadute per Trieste e la regione contermine.

Il workshop si terrà a Trieste presso la Sala del Consiglio Regionale di p.za Oberdan 6 (primo piano) il 13 luglio 2017, a partire dalle ore 14.00. La partecipazione è totalmente gratuita previa conferma all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - cell. 3400084347

Durante il Belt and Road Forum for International Cooperation tenutosi a Pechino il 14 e 15 maggio un totale di 68 Paesi e organizzazioni internazionali hanno firmato l’accordo sullo sviluppo del concetto della Nuova Via della Seta. Le aree chiave di interesse includono lo sviluppo industriale, l’integrazione e la riforma finanziaria e la costruzione di infrastrutture. Oltretutto il presidente cinese ha sottolineato la necessità di “uno sviluppo orientato all’innovazione” indirizzato alla “cooperazione nelle aree di frontiera riguardo economia digitale, intelligenza artificiale, nanotecnologia, informatica quantistica e smart cities”. Gli scambi complessivi tra la Cina e gli altri paesi della Via della Seta hanno superato i tremila miliardi di dollari nel biennio 2014-2016.

Pagina 1 di 21

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo



© 2016 ACCOA - Chambers of Commerce for Central Europe

Login Form

Registrati per essere sempre informato sulle novità e per iscriverti alla nostra newsletter!

Registrati