NEWS ED EVENTI

2 marzo 2022 - In seguito alle diverse collaborazioni istituzionali in campo culturale instaurate negli anni dalla Comunità Croata di Trieste-Hrvatska Zajednica u Trstu e ACCOA, si sono stabilite nel tempo delle significative relazioni basate sulla conoscenza ed amicizia reciproca con dirigenze di primari musei italiani e croati, in particolare a ZAGABRIA colpita gravemente dai terremoti del 22 marzo e 29 dicembre 2020. Con l'incontro di Trieste vogliamo affrontare nell'arco di una giornata le conseguenze degli eventi sismici e affrontare la fase più impegnativa e sfidante della ricostruzione con i protagonisti istituzionali in Italia e Croazia dei siti museali e culturali, delle agenzie preposte alla documentazione e conservazione.

Fra i relatori:
- Laura CARLINI FANFOGNA, già direttore Servizio Musei e Biblioteche Comune di TS
- Miroslav GAŠPAROVIĆ, direttore Museo Arti e Artigianato-MUO, Zagabria (Croazia)
- Antonella NONNIS, presidente commissione Sicurezza ed Emergenza ICOM Italia, in collegamento video - VIDEO-DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA post terremoto enti museali colpiti
- Maja KOCIJAN, direttore Centro di Documentazione Musei – MDC, Zagabria (Croazia)
- Paolo SCARPITTI, funzionario Ministero della Cultura, Roma. Inviato in Croazia Caschi blu della cultura - Vlatko ČAKŠIRAN, Museo civico Sisak (Croazia) in collegamento video
- VIDEO INTERVISTA Gianluigi TRERE’, Museo Internazionale delle Ceramiche-MIC, Faenza
- Tajana PLEŠE, direttore Istituto Croato di Conservazione, Zagabria (Croazia)
- Josip GRANIĆ, direttore Soccorso Alpino Croato e Protezione Civile -HGSS, Zagabria (Croazia)
- Ilario SCHETTINO, Capo ufficio economico e commerciale dell’Ambasciata italiana in Croazia, Zagabria - Jasen MESIĆ, ambasciatore in Italia della Repubblica di Croazia, Roma

#QUANDO? Venerdì 4 marzo ore 9.30, accoglienza e registrazione partecipanti con super green pass e mascherina ffp2. Inizio lavori ore 10 e conclusioni alle 15.30 cca.
#DOVE? Sala Tessitori (Consiglio regionale FVG) in piazza Oberdan 5, con capienza ridotta in presenza previo registrazione obbligatoria a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. L'evento sarà trasmesso anche in diretta streaming su Youtube al seguente indirizzo: https://youtu.be/KkALLeDYswQ   

7 giugno 2021 - Secondo i primi dati disponibili dall'Istituto Europe di Statistica, il PIL dell'Eurozona e dell'UE a 27 ha subito nel primo trimestre 2021 una contrazione dello 0,3% rispetto al trimestre precedente. Comparando il dato invece allo stesso trimestre 2020, pre-lockdown generali, il PIL ha subito una sofferenza del 2,1 in area euro e dell'1,8% in UE 27. Su base trimestrale maggior crescita segnano la Romania (2,8%), la Bulgaria (2,5%) mentre l'Italia segna un -0,4% su base trimestrale e un -1,4% su base annua

Nel corso dell’odierna riunione di coordinamento, il Governo ha adottato la decisione di avviare sulla linea di confine ovvero nei pressi della linea di confine fra la Slovenia e l’Italia, controlli all’ingresso in Slovenia. Con il provvedimento, il Governo riduce i rischi connessi con la diffusione della malattia infettiva SARS-CoV-2 (COVID-19) nell’area della Slovenia e accentua gli sforzi per tutelare la salute della popolazione slovena. I controlli d’ingresso sul confine saranno effettuati sulle persone che non sono cittadini sloveni ovvero non hanno la residenza o il soggiorno provvisorio nella Repubblica di Slovenia. Sarà verificato se le persone siano munite del certificato sul test negativo al SARS-CoV-2 (COVID-19) rilasciato dal competente organo. Il certificato dovrà essere redatto in lingua slovena, inglese o italiana e non dovrà essere rilasciato oltre i tre giorni precedenti. Alla persona non munita di apposito certificato potrà essere vietato di entrare nell’area della Repubblica di Slovenia. I controlli d’ingresso non saranno eseguiti sul traffico delle merci.
Ai fini dell’attuazione più dettagliata di questa decisione il Ministro della Salute rilascerà un decreto in cui sarà definita, fra l’altro, anche l’ora in cui i controlli d’ingresso cominceranno ad essere attivi.

. 3 giugno 2021 - Il Presidente della Repubblica di Bulgaria Rumen Radev è stato ricevuto dal Capo dello Stato Sergio Mattarella lo scorso 28 maggio presso il Palazzo del Quirinale. Al centro del colloquio fra i due Capi di Stato, la cooperazione commerciale e l'interscambio. L'Italia è infatti il terzo partner commerciale della Bulgaria e il quarto Paese investitore. La lunga collaborazione fra i due Paesi, da ormai oltre 140 anni, servirà anche per lo scambio di buone pratiche nei settori del turismo e di supporto reciproco nello sviluppo dei piani dei prossimi anni per la ripresa post-pandemia. (immagine quirinale.it)

11 marzo 2020 - COMUNICATO DELL'AUTORITA' PER L'AVIAZIONE CIVILE ALBANESE.

A seguito della precedente comunicazione in merito alla sospensione dei voli da e per l’Aeroporto Internazionale “Madre Teresa” e da e per i 12 aeroporti del Nord d’Italia a causa della situazione di emergenza COVID-19, e delle misure adottate dal governo italiano per l’estensione della quarantena su tutto il territorio, nonché dei provvedimenti di prevenzione alla diffusione del virus adottati in Albania, a partire dalle ore 12:00 della giornata di oggi, 10 marzo 2020, vengono sospesi tutti i voli da e per l’Aeroporto Internazionale “Madre Teresa” verso tutti gli aeroporti italiani, fino ad una successiva comunicazione.

L’Autorità per l’Aviazione Civile rivolge un appello a tutti i passeggeri che sono già in possesso dei titoli di viaggio con partenza dall’Aeroporto Internazionale “Madre Teresa” verso l’Italia e viceversa, di non recarsi in aeroporto e di osservare le disposizioni rilasciate dalle autorità per la sanità pubblica al fine di tutelare la propria salute e quella dei loro congiunti.

Riguardo al trattamento dei passeggeri interessati, viene richiesto alle compagnie aeree che effettuano collegamenti Albania – Italia, locali o straniere esse siano, di far riferimento alle modalità di trattamento per casi simili messe in atto dalla compagnie aeree europee, offrendo ai passeggeri la possibilità di spostamento della data di viaggio senza oneri di spesa. (fonte Amb. Tirana)

Pagina 1 di 37

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo


Login Form

Registrati per essere sempre informato sulle novità e per iscriverti alla nostra newsletter!

Registrati