NEWS ED EVENTI

L'export bosniaco nei primi 10 mesi di quest'anno ha avuto un valore pari a 3,94 miliardi di euro e ha registrato un aumento del 2,6 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Secondo quanto riferisce l'Agenzia per la statistica di Sarajevo, nei primi 10 mesi di quest'anno il valore dell'import è rimasto stabile a 6,78 miliardi di euro, mentre il rapporto tra export e import è di 0,58.

Aumenta l’utilizzo di carte di credito e debito in Bulgaria, riporta un sondaggio di una grande società di emissione di carte di pagamento elettronico. Nel paese sono presenti 8 milioni di carte di credito o debito, con un rapporto di 1:7. Il volume totale delle transazioni nel 2015 è stato di 4 miliardi di lev, pari a 2 miliardi di euro. Gli esperti prevedono che questo valore aumenti del 40% nel 2016, per raggiungere i 9 miliardi di lev complessivi nel 2018.

Il Premier serbo Aleksandar Vucic ha rilanciato il tema della possibile privatizzazione dell’aeroporto Nikola Tesla di Belgrado, che secondo stime potrebbe portare nelle casse dello stato serbo fino a 350 milioni di Euro. Un’eventuale concessione a lungo termine sarebbe in grado di creare un gettito fino a 600 milioni di Euro. L’azienda statale che gestisce lo scalo belgradese è una delle più floride del paese ed è possibile che il governo stia pensando a strategie per capitalizzarne la profittabilità.

Il debito pubblico della Repubblica di Albania crescerà di circa 230 milioni di Euro nel 2017, secondo le previsioni del governo di Tirana. La Legge finanziaria per il prossimo anno in discussione in Parlamento prevede un aumento del debito interno e dell’ammontare degli aiuti delle istituzioni internazionali. Il debito pubblico totale del paese balcanico raggiungerà la somma di 8 miliardi di euro.

Continuano le buone notizie per i lavoratori croati. L’Ufficio di statistica di Zagabria ha divulgato i dati di settembre per il salario medio; i salari sono in crescita, in linea con il trend degli scorsi mesi. In settembre, un lavoratore croato ha ricevuto in media un salario mensile netto di 747,13 euro, mentre il salario lordo mediano corrisponde a 1014 euro. I valori sono in aumento rispettivamente del 2,3% e del 2,7% su base annuale. La disoccupazione resta al 14%, tuttavia gli esperti si aspettano un calo nei prossimi mesi.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo


Login Form

Registrati per essere sempre informato sulle novità e per iscriverti alla nostra newsletter!

Registrati