NEWS ED EVENTI

ACCOA è lieta di informare i suoi partner della adesione quale membro ufficiale della Silk Road Chamber of International Commerce (SRCIC), con sede nella regione speciale di Hong Kong, PRC. Fondata nel 2015 da Tang West Market International Group e diverse camere di commercio internazionali lungo il percorso della Via della Seta, SRCIC è una organizzazione internazionale e non-governativa che si prefigge di promuovere la rinascita della Via della Seta e per garantire agli imprenditori nuovi sbocchi commerciali e opportunità di investimento che offre questa storica arteria. SRCIC e i suoi membri cooperano nelle aree di infrastruttura, interconnessione, investimenti industriali, sviluppo delle risorse, cooperazione economica, scambi culturali, protezione dell’ambiente e cooperazione marittima e terrestre. Un ulteriore obiettivo è quello di lavorare insieme per promuovere la creazione di un positivo, aperto, efficiente e conveniente canale commerciale al fine di creare una piattaforma di cooperazione economica regionale nei paesi lungo la Via della Seta. Maggiori informazioni sono disponibili al sito www.srcic.com, o contattateci per discutere insieme dei vostri potenziali vantaggi.

Il primo ministro romeno Dacian Ciolos ha rimarcato l’importanza di usare al meglio i finanziamenti comunitari, riporta l’agenzia di stampa Agerpress. Secondo Ciolos, le istituzioni romene devono migliorare nella capacità di usare le risorse europee in progetti coerenti e ben studiati che possano essere approvati dall’UE dopo il loro completamento. Un ulteriore vantaggio di questa strategia risiede nell’opportunità per le autorità locali di predisporre piani di sviluppo nel medio periodo.

A poche settimane dall’approvazione del finanziamento di 178,7 milioni di dollari dal FMI, il governo moldavo ha avviato i colloqui con la Banca Mondiale per un nuovo finanziamento dal valore di 45 milioni di dollari, nel quadro del Partenariato strategico per la Moldova per gli anni 2014-2017 mirato a migliorare la competitività del paese e un rinnovato afflusso di investimenti tramite riforme strutturali.

I vertici del HDZ e della lista indipendente MOST hanno raggiunto un accordo sulla riforma fiscale. Lo ha annunciato il premier croato Andrej Plenkovic ai media del paese. Rimane invariato il tasso dell’IVA sui beni di prima necessità, mentre aumenta l’IVA sulla ristorazione nel settore turistico dal 13 al 25 per cento. Evitata la medesima misura sui restanti servizi nel settore turistico, grazie all’opposizione delle associazioni di settore.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo


Login Form

Registrati per essere sempre informato sulle novità e per iscriverti alla nostra newsletter!

Registrati